La Stanza segreta

Set 8, 2021

Ciao a tutti!!!

Sapete un segreto?

Fin da quando siamo nati …dentro di noi c’è

una stanza…esatto proprio dentro di noi!!!

È una stanza “segreta” Si!

Da quando ero bambina anch’io cercavo questa stanza segreta…e mi chiedevo…dov’è? La cercavo in cameretta, sotto il letto, nell’armadio, dentro un cassetto…ma non la trovavo…e poi ho scoperto che…

se chiudo la porta(la bocca) e le finestre(occhi e orecchie) e guardo dentro di me, troverò una stanza…beh quella è la mia stanza segreta!!! Quando da piccola l’ho trovata..ho trovato tanto disordine, ci passavano tutti..

La mia mamma, il mio papà, le mie sorelle, il cane e anche i miei pesciolini rossi!!!!

Si…non era tanto segreta!

Allora l’ho sistemata e svuotata…era diventata la mia meravigliosa stanza segreta!

Una persona un giorno chiese a Gesù: “ascolta Gesù, come posso io parlare con Dio se non lo vedo?” e Gesù gli rispose: “quando vuoi parlare con Dio chiuditi nella tua stanza.. E lì nella tua stanza segreta parla con Dio e digli – padre nostro Che sei nei cieli.. -“

quando l’ho saputo sono andata correndo subito nella mia stanza segreta…

ho chiuso la porta (la bocca) e le finestre(occhi e orecchie) e lì nella mia stanza segreta, nel segreto, dico a Dio: “padre nostro che sei nei cieli … “ e gli racconto tutti i miei segreti ..che non vi posso raccontare adesso, perché sono segreti!

Gli racconto tutto quello che mi preoccupa ma anche tutto quello che mi rende felice, lì racconto se sono triste se sono contenta..tante tante cose… e la cosa più bella è che tutto quello che racconto, a Dio, gli interessa moltissimo!!

E oltretutto quella stanza segreta in cui posso parlare con Dio viene con me da tutte le parti… se vado a fare compere posso parlare con Dio se sono in cucina che sto cucinando posso parlare con Dio se sono nel divano posso parlare con Dio se sono al parco posso parlare con Dio se salgo in ascensore posso parlare con Dio…. posso parlare con Dio il lunedì ma volendo anche il venerdì posso parlare con Dio di notte posso parlare con Dio di giorno di pomeriggio… posso parlare con Dio salendo le scale posso parlare con Dio in ufficio… posso parlare con Dio anche dentro una chiesa!!!

I compiti di catechismo per casa sono bellissimi:

Dovete cercare anche voi la vostra stanza segreta e iniziare a pregare con Dio iniziando così: “padre nostro, che sei nei cieli…” e raccontargli tutte le cose segrete che sono nel vostro cuore, le paure, le gioie, le preoccupazioni, le cose che vi rendono felici! Provateci e lasciate un commento! ☺️

Adesso vi propongo di pregare insieme

La preghiera più facile da imparare ….

Nel nome del Padre, del figlio dello spirito santo

È una preghiera molto semplice che facciamo ogni volta che tracciamo un segno di croce su di noi

Dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra

È bello pensare che quando parliamo a Dio stiamo parlando con tre persone diverse che sono unite totalmente dallo stesso amore!
Quanti siete nella vostra famiglia ? 2-3-4-5-6?
Beh se vi amate molto molto molto non siete più 2-3-4-5-6 siete un solo cuore …questo succede con Dio Padre, Figlio e Spirito Santo l’amore è così tanto forte da formare un: “Unione d’amore”

Quando noi preghiamo e parliamo con Dio parliamo con il padre con il figlio e con lo spirito Santo

Se facciamo in modo di far entrare Dio nel nostro cuore …saremo più uniti e più innalzati ..e tutta la nostra vita cambia!!

Il segno di croce esprime il mistero della Trinità: il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo.

Un simbolo unico che da riferimento alle tre persone divine. È da fare bene.

Non affrettato, rattrappito, ma lento, ampio.

Concentriamoci e raccogliamo in questo segno i pensieri, la volontà, i sentimenti, per essere benedetti in tutto il nostro essere dal Signore.

Quando tracciamo il segno della croce:

• il Primo movimento, sulla fronte, è in onore di Dio Padre.
Portiamo la mano sulla fronte, perché il centro dei nostri pensieri

• il Secondo movimento, nel petto, è in onore del Figlio Gesù che si è incarnato, è morto ed è risorto per donarci la vita

• il Terzo movimento, dalla spalla sinistra alla destra, è offerto allo Spirito Santo, dono di Gesù risorto per noi, affinché il suo amore sia in noi. Lo Spirito Santo ci fa comprendere le parole di Gesù e ci dona la grazia di vivere come lui;

• il quarto movimento, conclude con l’«Amen» e, congiungendo le mani, ci si affida alla Trinità.

compiti per casa…🤪

provate a chiudere gli occhi 👀 e a concentrarci nel segno della croce con tutto il vostro cuore, con tutto il vostro amore.
Poi prendete 3 palline da Ping pong 🏓 e provate a tirarle un po’ come si fa con le arti circensi…beh se riuscirete e lanciarle e riprenderle come i clown sanno fare.. noterete una cosa…le tre palline identiche diventeranno irriconoscibili ..con quale avete iniziato?

bella domanda…le tre palline indicano la stessa squadra, lo stesso amore, lo stesso legame, come il Padre, il figlio e lo Spirito Santo!

Chi Sono

Mi chiamo Veronica Niola sono catechista Italo spagnola, mamma di due bambini. Scorri nel menù per cercare l’argomento di tuo interesse, per qualsiasi info contattami a: catechismoconveronica@gmail.com

I contenuti sono per utenti registrati. Registrati gratuitamente o accedi se sei già registrato per visualizzarli.

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest