Piccolo miracolo eucaristico in Sardegna

Set 7, 2021

Dopo aver illustrato l’esperienza mistica di Santa Giuliana e il miracolo eucaristico di Bolsena che hanno avuto un ruolo decisivo nell’istituzione della Festa del CORPUS DOMINI, vi informiamo di un piccolo miracolo eucaristico avvenuto in Sardegna nel 1604, e che pochi conoscono.

Siamo nel giorno di Pasquetta, nel Villaggio di Mogoro (provincia di Oristano) nella chiesa di San Bernardino. Il Parroco di allora, Don Salvatore Spiga, durante la Messa, mentre distribuiva la Comunione, vide avvicinarsi verso di lui a prendere l’Ostia, due uomini conosciuti come malviventi e poco di buono e molto staccati dalla vita di fede.L’Ostia consacrata, sulle loro labbra si trasformò in ferro rovente che bruciò le loro bocche al punto che ambedue la rigettarono lasciandola cadere sulla balaustra. Dopo questo incredibile episodio, i due si danno velocemente alla fuga. Subito dopo, mani delicate lavano la balaustra nel punto dove sono cadute le particole: più veniva lavata la superficie e più si evidenziava l’impronta delle Ostie.Ancora oggi, a Mogoro è possibile venerare con fede le impronte delle particole.

Quel fatto miracoloso fu redatto in Atto pubblico con tanto di firma del Notaio che si può consultare tutt’oggi. E per fare memoria di quel prodigioso fatto, Mogoro tutti gli anni nel giorno di Pasqua partecipa ad una grande processione eucaristica

Chi Sono

Mi chiamo Veronica Niola sono catechista Italo spagnola, mamma di due bambini. Scorri nel menù per cercare l’argomento di tuo interesse, per qualsiasi info contattami a: catechismoconveronica@gmail.com

I contenuti sono per utenti registrati. Registrati gratuitamente o accedi se sei già registrato per visualizzarli.

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest